Italiano
Dansk
Deutsch
English
Español
Français
Nederlands
Polski
Čeština

Registrazione Bruxelles

★★★★★ 2184 x acquistato


Veicoli e cittá interessate


Tipo: digitale

Validità: max. 3 anni


Stock:disponibile

Tempi di consegna:Panoramica


Ordinazione facile

Pagamento sicuro

Consegna rapida


Ulteriori informazioni

Introduzione (obiettivo, scopo, senso)

Nell'ambito dell'attuazione delle direttive europee, il governo belga ha creato, dalla fine del 2015, le condizioni quadro per consentire alle città e ai comuni o alle regioni del paese di creare zone ambientali in modo che i limiti di inquinamento prescritti dall'UE non vengano superati per i cittadini.

Le LEZs sono definite dalle rispettive città e comuni o regioni all'interno dei loro confini e consentono la guida solo con la registrazione preventiva del veicolo.
Va notato che i veicoli immatricolati in Belgio non devono registrarsi perché sono già registrati nella banca dati nazionale. Anche i veicoli olandesi nella regione fiamminga sono esenti dall'immatricolazione. Dal 2019, i veicoli olandesi anche non devono più essere registrati nella regione LEZ-Bruxelles.

Le condizioni quadro per l’introduzione di zone ambientali LEZ nella regione di Bruxelles esistono dall’inizio di gennaio 2018.

Si basano su un decreto del 25.01.2018, entrato in vigore il 02.02.2018. Il decreto prevede essenzialmente l’istituzione di una “zone de basses émissions” (zona ambientale LEZ) nella regione di Bruxelles-Capitale.

La registrazione per Bruxelles è completamente digitale. Il numero di registrazione viene inserito in un database con tutti i dati del filtro antiparticolato, in modo che le telecamere possano rilevare una corrispondenza positiva. Dato che la corrispondenza della targa viene effettuata dalle telecamere, nulla deve essere attaccato al parabrezza o simili. Non appena è disponibile la conferma per la registrazione, è possibile entrare nelle zone ambientali. La conferma non deve necessariamente essere trasportata nel veicolo.

Le seguenti città hanno una o più zone ambientali e la registrazione è obbligatoria:

Bruxelles

I seguenti veicoli sono interessati dalla zona ambientale di Bruxelles e richiedono la registrazione quando si entra:

Automobili, minibus (M2), pullman (M3), furgone (N1)


Non sono interessati gli autocarri (N2-N3), le motocicli, come motociclette o le macchine agricole e forestali. Sono esclusi anche i camper, le auto d'epoca con più di 30 anni e i veicoli da fiera. Tuttavia, questi devono prima "registrarsi" per l'eccezione.

2021: Per poter accedere alla zona ambientali, è necessario rispettare lo standard minimo per il gasolio Euro 4 e la benzina Euro 2.

In Belgio, il controllo di un accesso autorizzato alla LEZ (Low Emission Zone) non viene solo effettuato dalla polizia ma, soprattutto, tramite telecamere di riconoscimento automatico delle targhe (Automatic Number Plate Recognition= ANPR).
Queste telecamere fisse e mobili catturano l´immagine di ogni targa e la confrontano con una banca dati centrale. Se il proprietario del veicolo non avesse ancora effettuato la registrazione nelle zone LEZ (Low Emission Zones) in Belgio, riceverà una notifica della sanzione di 150 Euro da parte delle autorità competenti. Allo stesso modo, iscrizioni errate o anche semplici errori di battitura durante la registrazione possono comportare delle penalità.

Importante da sapere per gli stranieri:

A partire da una multa di 70 euro, secondo la direttiva UE 2011/82 del 25.10.2011 "per agevolare lo scambio transfrontaliero di informazioni sulle infrazioni al codice della strada che mettono a repentaglio la sicurezza stradale", se la multa non viene pagata, si procederà all'esecuzione nel Paese d'origine, che continuerà fino alla sentenza di una pena detentiva.

Eccezioni generali

Sono esclusi anche i veicoli delle forze armate, della polizia e dei servizi di emergenza e di soccorso, le case mobili, le auto d'epoca con più di 30 anni di età e i veicoli da fiera. Tuttavia, devono ancora "registrarsi" in anticipo per ottenere un permesso speciale.


I veicoli immatricolati in Belgio e nei Paesi Bassi non richiedono un'immatricolazione separata, in quanto sono già automaticamente registrati attraverso i registri centrali del paese.


Eccezioni individuali

I veicoli interessati, che non soddisfano gli standard Euronorm richiesti o che rientrano nelle eccezioni generali, possono acquistare un cosiddetto biglietto ambientale fino a 8 volte all'anno. Questo permette l'ingresso fino a 24 ore, anche se il veicolo è troppo vecchio.

FAQ

A meno che il motore o lo standard di emissione del veicolo o il numero di immatricolazione non cambino, l'immatricolazione è valida per 3 anni. Ciò significa che non è necessario effettuare una nuova registrazione ogni anno. È possibile che in futuro le restrizioni di accesso vengano inasprite. In questo caso, la registrazione scade se non è più possibile rispettare l'Euronorm richiesta. Quando, chi e per quanto tempo potrà partecipare alla gara, troverete sotto il punto "Quale bollino/registrazione ottengo (classificazione)".

La registrazione per Bruxelles è completamente digitale. La targa viene inserita in un database con i possibili dati sul filtro antiparticolato, in modo che le telecamere rilevino una corrispondenza positiva. Dal momento che la corrispondenza della targa viene effettuata dalle telecamere, nulla deve essere attaccato al parabrezza o simili. Non appena è disponibile la conferma per l'immatricolazione, il veicolo può entrare nelle zone ambientali. Non è inoltre necessario portare l'operazione nel veicolo. La registrazione ha anche un effetto retroattivo di 24 ore.

 

Non appena il numero di targa cambia, ad esempio a causa di un trasloco, è necessario effettuare una nuova registrazione.

La registrazione si applica solo alle zone a basse emissioni di Bruxelles.
Per le altre zone ambientali del Belgio è necessario effettuare una registrazione separata.