Italiano
Dansk
Deutsch
English
Español
Français
Nederlands
Polski
Čeština

Bollino ambientale Francia (Certificat qualité de l’Air)

★★★★★ 32586 x acquistato


Veicoli e cittá interessate


Colore: è determinato dai dati del veicolo

Validità: illimitato nel tempo

• macchina stampata con garanzia di protezione UV


Stock:disponibile

Tempi di consegna:Panoramica


Ordinazione facile

Pagamento sicuro

Consegna rapida


Ulteriori informazioni

Introduzione (obiettivo, scopo, senso)

La vignetta francese è stata creata nel quadro della legge sulla trasformazione del sistema energetico e in particolare dei suoi obiettivi di riduzione dell'inquinamento atmosferico in Francia. L'obiettivo è quello di ridurre le emissioni e gli inquinanti atmosferici a medio e lungo termine, di promuovere veicoli nuovi ed efficienti dal punto di vista energetico e di escludere gradualmente dal traffico i veicoli vecchi e inquinanti. Il bollino ambientale francese ha soprattutto lo scopo di ridurre le emissioni di ossidi di azoto (NOx) e di particolato.


L'obbligo di avere un "Certificat qualité de l'Air" sul veicolo per poter guidare nella zona ambientale di Parigi è stato introdotto il 01.07.2016. Altre città e comuni come Grenoble, Lione, Lille, Strasburgo e Tolosa hanno seguito e regolamentato l'introduzione della vignetta francese nei loro rispettivi décrets.

Il bollino ambientale francese è stato introdotto in seguito ad una serie di misure promulgate dal governo. Tra queste ricordiamo il terzo Pacchetto ambiente e salute previsto per il 2015-2019, il Piano contro le polveri sottili del 2010-2015, il Piano di emergenza per la qualità dell'aria del 2012 e il Piano per la tutela dell'atmosfera del 12/02/2015.

Già nel 1998, in Francia, era stato introdotto il primo bollino ambientale verde (“Pastille verte”), che permetteva ai veicoli più ecologici di poter circolare anche in caso di elevato inquinamento atmosferico. Tuttavia, nel 2012, il bollino è stato abolito per diversi motivi.
Come stabilito dal decreto nazionale in merito al bollino ambientale francese (Décret 2016-858 del 29/06/2016), il bollino prevede 6 classi e colori e mira a differenziare i veicoli più nuovi ed ecologici da quelli più vecchi ed inquinanti.

Il Certificat qualité de l'air indica la conformità dei veicoli motorizzati sulla base di diversi criteri, tenendo conto delle emissioni di inquinanti atmosferici e dell'efficienza energetica del veicolo stesso. Per inquinanti atmosferici si intendono principalmente polveri sottili e ossidi di azoto (NOx). A questo proposito la vignetta è in parte paragonabile al bollino ambientale tedesco.

L'attribuzione dei tipi di veicolo alle categorie di bollo è regolamentata nel Décret n° 2016-858 del 29.06.2016.

Ci sono 6 bollini ambientali francesi con 6 colori diversi: Grigio, marrone, arancione, giallo, viola e verde. Le vignette hanno un diametro di 70 millimetri. I numeri degli adesivi (5, 4, 3, 2, 1) sono bianchi e rappresentano le diverse classi di inquinanti, non lo standard europeo. C'è anche un campo targa bianco in cui la targa del veicolo è stampata in nero. Inoltre, ogni Certificat qualité de l'Air ha un codice a matrice di dati 2D-DOC personalizzato. Questo codice è utilizzato per un controllo rapido ed efficiente dei veicoli. Gli adesivi qui mostrati sono immagini simboliche.

I seguenti veicoli sono interessati dalle zone ambientali francesi e richiedono una vignetta all'ingresso, a seconda del picco di inquinamento atmosferico e della città o regione:

Motociclette (L), auto, camper (M1), minibus (M2), pullman (M3), furgone (N1), camion (N2), camion pesante (N3)


Non sono interessati i macchine agricole e forestali.

Per ottenere il Certificat qualité de l'Air, è necessario rispettare lo standard minimo per la benzina e il diesel di Euro 2 o 3.

A partire dal 01/07/2017, i veicoli sprovvisti di bollino ambientale francese o con bollino errato saranno soggetti a sanzioni che varieranno in base al tipo di veicolo. Gli autocarri e gli autobus, ad esempio, sono soggetti a sanzioni molto più elevate rispetto alle automobili e ai motocicli.

  • 68 € per le automobili e tutti gli altri veicoli (“Infrazione di classe 3”)
  • 135 € per gli autocarri e gli autobus (“Infrazione di classe 4)

Se l'importo non viene corrisposto entro 45 giorni, la sanzione prevista per l'“Infrazione di classe 3” passa a 180 €, quella prevista per l'“Infrazione di classe 4” a 375 €.

Importante da sapere per gli stranieri:

A partire da una multa di 70 euro, secondo la direttiva UE 2011/82 del 25.10.2011 "per agevolare lo scambio transfrontaliero di informazioni sulle infrazioni al codice della strada che mettono a repentaglio la sicurezza stradale", se la multa non viene pagata, si procederà all'esecuzione nel Paese d'origine, che continuerà fino alla sentenza di una pena detentiva.

Le eccezioni generali al requisito del bollino nelle zone ambientali francesi sono molto limitate. Si tratta di quei veicoli destinati ai servizi pubblici (polizia, vigili del fuoco, mezzi di soccorso ecc.) e altri mezzi speciali di aziende pubbliche. Tutti i veicoli che possono ottenere un bollino ambientale francese, sono obbligati ad acquistarlo.

Le persone a mobilità ridotta che sono in possesso di un contrassegno di parcheggio per disabili devono comunque avere un bollo francese, anche se sono esenti da eventuali divieti di circolazione. Le tessere per i parcheggi per disabili sono le stesse ovunque in Europa, in modo che i veicoli per disabili siano riconoscibili anche all'estero.

Ogni città regola le eccezioni individualmente, in modo che a Parigi, per esempio, i veicoli disabili ZFE e le auto d'epoca più vecchie di 30 anni sono ammessi.

FAQ

A meno che il motore o la norma sulle emissioni di scarico del veicolo o il numero di immatricolazione non cambino, il bollino è valido per l'intera vita del veicolo. Questo significa che non è necessario acquistarne uno nuovo ogni anno.

Il bollino ambientale deve essere attaccato a sinistra o a destra all'interno del parabrezza. Non importa se è in alto o in basso. La cosa principale è: chiaramente visibile!
Poiché le moto, come le biciclette, non hanno il parabrezza, l'adesivo deve essere attaccato all'esterno del parafango con l'aiuto della pellicola di supporto.

In sostanza: Sì! Il Certificat qualité de l'Air è valido solo se è bloccato. Tuttavia, poiché i tempi di consegna sono talvolta molto lunghi e non è possibile acquistare un bollino sul posto, la stampa dell'adesivo elettronico è valida per il periodo transitorio fino al ricevimento del bollino originale per posta.

No! Si può attaccare solo il bollino ambientale con la targa in corso di validità. Deve essere chiaramente e immediatamente riconoscibile dall'esterno. Se sul parabrezza sono attaccati diversi bollini con targhe diverse, un'ispezione può comportare una multa.

Il modo migliore per rimuovere i vecchi bollino è quello di utilizzare un raschietto per bollino (simile a un raschietto per vetro) o di riscaldare accuratamente il badge con una pistola a caldo in modo che la colla si stacchi. Attenzione! La differenza di temperatura, soprattutto nelle giornate fredde, potrebbe danneggiare il parabrezza.

I nostri bollini hanno una garanzia di 2 anni di protezione dai raggi UV - e questo senza se e ma! Basta inviarci una foto del bollino sbiadito e ve ne invieremo uno nuovo immediatamente e gratuitamente.

Il bollino ambientale è tale da essere distrutto quando si stacca, quindi è necessario acquistare un nuovo bollino. In molti casi, le compagnie di assicurazione copriranno non solo il costo del nuovo parabrezza, ma anche il costo del nuovo bollino. È quindi necessario acquistare un nuovo bollino.