Italiano
Dansk
Deutsch
English
Español
Français
Nederlands
Polski
Čeština

Registrazione Danimarca

★★★★★ 231 x acquistato


Veicoli e cittá interessate


Tipo: digitale

Validità: illimitata


Stock:disponibile

Tempi di consegna:Panoramica


Ordinazione facile

Pagamento sicuro

Consegna rapida


Ulteriori informazioni

Introduzione (obiettivo, scopo, senso)

Aria più pulita per i cittadini delle città danesi. Questo è l'obiettivo delle zone ambientali (miljozones) nei quattro maggiori centri urbani del paese.

Per questo motivo, nel 2006, il Ministero dell'Ambiente danese ha deciso di modificare la legge sulla protezione ambientale, che ora consente ai comuni di Copenaghen/Frederiksberg, Aalborg, Aarhus e Odense di stabilire zone ambientali e di definirne i confini.

Il 01.11.2011 (dopo più di 3 anni di obbligo di bollino per il traffico interno), tutto il traffico di autocarri e autobus stranieri è stato obbligato a utilizzare un solo bollino per entrare nelle zone ambientali.

Con l'istituzione di quattro zone ambientali nelle più grandi città danesi, le emissioni e gli inquinanti atmosferici sono stati ridotti a medio e lungo termine dal 2009, sono stati promossi veicoli nuovi ed efficienti dal punto di vista energetico, e i veicoli vecchi e inquinanti sono stati gradualmente esclusi dal traffico.

Il 01.07.2020 l'EcoSticker è stato abolito e sostituito da una registrazione. Per mezzo di telecamere automatiche e di un database di corrispondenza della targa, i controlli e quindi le zone ambientali devono diventare ancora più efficienti e l'aria ancora migliore.

Come per l'EcoSticker, la registrazione di solito riduce solo le emissioni di polveri sottili e meno quelle di ossidi di azoto (NOx) e altri inquinanti, che probabilmente dovranno essere sempre più prese in considerazione dalle autorità ambientali nei prossimi anni.

L'origine delle zone ambientali danesi si basa sulla legge sulla protezione dell'ambiente BEK nr 1517 capitolo 4, adottata il 14.12.2006, che regola in generale la prevenzione e il controllo dell'inquinamento ambientale.

La legge, entrata in vigore il 01.01.2007, offre ai comuni di Copenaghen, Frederiks, Aarhus, Aalborg e Odense la possibilità di introdurre una zona a basse emissioni e, se del caso, di stabilire requisiti per le prestazioni ambientali dei veicoli.

In vista dell'estensione del requisito dell'autoadesivo per i camion e gli autobus stranieri, ovvero per i veicoli non immatricolati in Danimarca dal 01.11.2011, il 24.06.2011 è stata quindi approvata una sorta di regolamentazione dell'autoadesivo per l'EcoSticker. L'ordinanza nazionale BEK nr. 700 del 24.06.2011 regola le misure per il miglioramento dell'aria attraverso l'EcoSticker e specifica anche le sanzioni, ad esempio.

Il 22.10.2019 il BEK nr. 1059 ha regolamentato la nuova regolamentazione dei controlli e dei requisiti. L'EcoSticker utilizzato in precedenza non sarà più valido dal 01.07.2020 e sarà sostituito da un sistema di registrazione e database.

La registrazione danese è completamente digitale. La targa viene inserita in un database con i possibili dati sul filtro antiparticolato, in modo che le telecamere rilevino una corrispondenza positiva. Dal momento che la corrispondenza della targa viene effettuata dalle telecamere, nulla deve essere attaccato al parabrezza o simili. Non appena è disponibile la conferma per l'immatricolazione, il veicolo può entrare nelle zone ambientali. La conferma non deve necessariamente essere trasportata nel veicolo.

Le seguenti città hanno una o più zone ambientali e la registrazione è obbligatoria:

Aalborg, Aarhus, Copenhagen, Odense

I seguenti veicoli sono interessati dalle zone ambientali danesi e richiedono la registrazione quando si entra:

Veicoli diesel: minibus (M2), pullman (M3), furgone (N1), camion (N2), camion pesante (N3)

I furgoncini di dimensioni inferiori a 3,5 tonnellate devono avere almeno una registrazione iniziale dal 01.01.2007 (Euro 4).

Autobus e camion devono avere almeno una registrazione iniziale dal 1 ° ottobre 2009 (Euro 5).

Ogni veicolo di cui sopra La data viene automaticamente registrata e il confronto viene effettuato con il registro centrale del veicolo nel rispettivo paese.

Se un furgone è registrato prima del 2007 o un autobus / camion prima dell'ottobre 2009 e ha un corrispondente filtro antiparticolato (PM), la registrazione deve essere effettuata manualmente.

 


Non sono interessati i motocicli, come motociclette, automobili, camper o macchine agricole e forestali.

Per poter accedere alla zona ambientali, è necessario rispettare lo standard minimo per il gasolio Euro 3 + filtro antiparticolato.

In caso di mancato o errato EcoSticker per un veicolo, dal 1° novembre 2011 sono state comminate multe fino a 20.000 DKK, o l'equivalente di circa 2.700 EUR, ai sensi dell'art. 36 della Legge sulle targhette del 24 giugno 2011.
Tuttavia, le multe possono essere inflitte non solo al conducente di un veicolo, ma anche al proprietario del veicolo o all'amministratore delegato, ossia a una rispettiva persona giuridica.
Inoltre, secondo il § 36 della legge, può essere comminata una pena detentiva fino a 2 anni se il dolo è provato. Ciò vale in particolare se un eco-sticker non viene acquistato intenzionalmente e si ottiene un profitto finanziario per sé o per gli altri.

Dall'introduzione del sistema di telecamere il 01.07.2020, le multe sono state notevolmente ridotte. Le multe per autobus e autocarri ammontano ora a 12.500 DKK, pari a circa 1.700 euro. Per i furgoni è prevista una multa di 1.500 DKK (circa 200 euro).

Importante da sapere per gli stranieri:

A partire da una multa di 70 euro, secondo la direttiva UE 2011/82 del 25.10.2011 "per agevolare lo scambio transfrontaliero di informazioni sulle infrazioni al codice della strada che mettono a repentaglio la sicurezza stradale", se la multa non viene pagata, si procederà all'esecuzione nel Paese d'origine, che continuerà fino alla sentenza di una pena detentiva.

Eccezioni generali
I veicoli immatricolati per la guida di auto d'epoca, i veicoli delle forze armate, della polizia e dei servizi di emergenza e di soccorso sono esclusi dal regolamento di zona ambientale.

Eccezioni individuali
L'immatricolazione richiesta nelle zone danesi a basse emissioni per furgoni, camion e autobus diesel richiede la norma sulle emissioni Euro 3 che include un filtro antiparticolato sul veicolo. Se questo non è il caso perché il veicolo non ha un filtro antiparticolato o non soddisfa la norma Euro 4 o 5 nonostante il filtro antiparticolato, è possibile applicare un'esenzione per il veicolo. Di solito è limitata nel tempo e viene emessa per iscritto.
Le esenzioni possono essere applicate anche per i veicoli Euro 1 ed Euro 2. In ogni caso, la concessione di un'esenzione è a discrezione dell'autorità ambientale.


L'Agenzia danese per la protezione dell'ambiente richiede le seguenti informazioni per la richiesta:

 

  • Motivi della domanda
  • Dati del veicolo, inclusa l'attuale norma sulle emissioni
  • Standard di emissione degli altri veicoli della flotta del richiedente
  • Prova economica del fatto che l'installazione a posteriori di un filtro antiparticolato non dovrebbe essere giustificabile, compresi i bilanci annuali degli ultimi 5 anni dell'azienda

L'Agenzia danese per la protezione dell'ambiente ha l'indirizzo:

Miljøstyrelsen
Miljøteknologi
Strandgade 29
DK-1401 Kopenhagen K

Fax: +45 3332 2228
e-Mail: mst@mst.dk
Web: www.mst.dk

FAQ

A meno che il motore o lo standard di emissione del veicolo o il numero di immatricolazione non cambino, l'immatricolazione è valida per l'intera vita del veicolo. Ciò significa che non è necessario effettuare una nuova registrazione ogni anno. È possibile che in futuro le restrizioni di accesso vengano inasprite. In questo caso, la registrazione scade se non è più possibile rispettare l'Euronorm richiesta.

La registrazione danese è completamente digitale. La targa viene inserita in un database con i possibili dati sul filtro antiparticolato, in modo che le telecamere rilevino una corrispondenza positiva. Dal momento che la corrispondenza della targa viene effettuata dalle telecamere, nulla deve essere attaccato al parabrezza o simili. Non appena è disponibile la conferma per l'immatricolazione, il veicolo può entrare nelle zone ambientali. Non è inoltre necessario portare l'operazione nel veicolo.

L'EcoSticker non è più valido dal 01.07.2020 ed è stato completamente sostituito dalla registrazione. Pertanto l'adesivo può essere rimosso dal parabrezza.

Il modo migliore per rimuovere i vecchi bollino è quello di utilizzare un raschietto per bollino (simile a un raschietto per vetro) o di riscaldare accuratamente il badge con una pistola a caldo in modo che la colla si stacchi. Attenzione! La differenza di temperatura, soprattutto nelle giornate fredde, potrebbe danneggiare il parabrezza.

 

Non appena il numero di targa cambia, ad esempio a causa di un trasloco, è necessario effettuare una nuova registrazione.

 

La registrazione si applica solo alle zone a basse emissioni in Danimarca. Attualmente sarebbero Aalborg, Aarhus, Copenhagen e Odense.


Per altre zone ambientali in altri paesi, è necessario acquistare una registrazione o un bollino separato.