Dal 2018 – Distintivo-Ambiental spagnolo

Il 27.07.2018, un sistema di bollini ambientali, disponibili in 4 categorie di colori diversi, è stato introdotto ufficialmente in Spagna. Queste categorie sono suddivise in base alla quantità di emissioni, all’anno di immatricolazione o alla classe EURO del veicolo.
I bollini ambientali introdotti ed emessi dalla Direzione generale spagnola del traffico (Dirección General de Tráfico /DGT) hanno lo scopo di distinguere i veicoli ecologici dai veicoli inquinanti. Con questo sistema e le zone ambientali spagnole introdotte contemporaneamente, le emissioni di ossidi di azoto (NOx) e polveri sottili saranno quindi ridotte nelle città spagnole.

I bollini ambientali stampati dalla Tipografia nazionale ed emessi dalla DGT nelle 4 categorie 0, ECO, C e B, hanno la denominazione ufficiale di Distintivo Ambiental. La categoria A, per la quale non esiste un bollino, comprende tutti i veicoli e le classi EURO che non sono stati definiti in nessuna delle altre 4 categorie.
Il bollino ambientale spagnolo Distintivo Ambiental è necessario per accedere alle città spagnole durante i picchi di inquinamento atmosferico o circolare nelle zone particolarmente protette.

Le zone ambientali create a tale scopo, note in Spagna come Zona de Bajas Emisiones (ZBE) e Area Central Cero Emissions (ACCE), sono destinate a ridurre rapidamente e in modo permanente gli inquinanti presenti nelle città spagnole.
Le varie zone ambientali possono essere suddivise in diversi tipi. In particolare, si tratta delle cosiddette zone a basse emissioni (LEZ) temporanee o permanenti, in cui le restrizioni al traffico temporanee entrano in vigore durante un picco di inquinamento, che comportano  limiti di velocità e obbligo del bollino all’ingresso.
Inoltre, in caso di un ulteriore deterioramento della qualità dell’aria, alcuni bollini possono essere temporaneamente esclusi dalla circolazione.
Le Zone a Zero Emissioni dovrebbero essere particolarmente menzionate, dove i veicoli alimentati da combustibili fossili non sono autorizzati a circolare a medio e lungo termine fino al 2025. Nella fase iniziale di istituzione della ZEZ, è consentita ancora la circolazione dei veicoli con classi EURO molto pulite.